domenica 4 ottobre 2015

IN INGHILTERRA, ROTHSCHILD MINACCIA DI PASSARE DALLA CAROTA "DEMOCRATICA" AL BASTONE SCHIAVISTICO

INGHILTERRA
2015-10-04 02.27
PRIMO "REQUIEM" PER LA DECREPITA DEMAGOGIA ROTHSCHILDIANA, ADUSA A SPACCIARSI PER UNICA "DEMOCRAZIA" POSSIBILE


Proprio dall'Inghilterra, ovvero da quella che fu la prima culla storica in Europa e nel mondo della sedicente e cosiddeta "democrazia" e vera e propria demagogia, in versione capitalistica rothschildiana, arrivano i primi echi di campane a morto della locale versione politica:... appunto demagogica, massmediatica, politicante, giudiziaristica, capitalistica, mercantilistica, usuraia, "morbida" ed elettoralistica per gestire la cosa pubblica nel quadro della sostanziale dittatura del regime "borghese", "capitalistico" e soprattutto strozzino o per meglio dire: rothschildiano, ebraico, massonico.

La cosa è epocale!... perché significa che ormai si sta chiudendo un ciclo storico e politico, dopo circa quattro secoli, trascorsi tra alti e bassi di mascheratura "democratica" della dittatura demagogica  del regime egemonico rothschildiano ebraico massonico sul popolo inglese, trascorsi dopo il drastico inizio platealmente autoritario, violento, poliziesco e militare della sua dispostica, sanguinaria e terroristica presa del potere e conseguente dittatura e tirannia "repubblicana" del suo Cromwell all'indomani della guerra civile rivoluzionaria inglese del XVII° secolo che culminò con la decapitazione del legittimo, cristiano e cattolico re d'Inghilterra: Carlo I Stuart...

Ecco quindi che è al suo esito finale un ciclo storico secolare, in quanto... il potere rabbinico ed usuraio, che è il nocciolo duro centrale di questo potere capitalistico "borghese" vigente in Inghilterra ed in quasi tutto il resto del mondo, a quanto pare, non riesce più a gestire le masse popolari britanniche con i suoi abituali ed ormai secolari metodi e rituali demagogici, massmediatici, politicanti ed elettoralistici, ad un costo ideale e materiale per esso conveniente ed accettabile...

Questa situazione è dunque una "buona ragione" per detto potere ideologico ed economico talmudico per scegliere di ritornare volontariamente e nuovamente, sia pure appunto dopo circa quattro secoli, dalla... carota... della demagogia, al... bastone e, o alla... frusta... della tirannia, ossia alla iniziale imposizione della sua politica con l'uso di altri mezzi,... apertamente autoritari, violenti, repressivi ed apertamente schiavistici in termini apertamente polizieschi ed anche militari veri e propri.

Ovvero,  la attuale Classe Dominante del Regno Unito non riesce più a convincere e manipolare  " le masse popolari con le buone", ossia con la demagogia e la compravendita, pertanto essa vuol ritornare a costringerle "con le cattive", come all'inizio della sua seicentesca violenta presa del potere con l'uso aperto e sistematico dei mezzi polizieschi e militari,  appunto con la forza, la violenza, la tortura, il terrore e l'assassinio per riuscire i costringere, volenti o nolenti, le masse popolari britanniche ai propri voleri ed ai propri disegni e scopi di dominio criminale.

Ecco dunque che in sostanza, tra le altre cose, sul piano meramente economico e sociale, al di là delle "forme" politiche,... la classe dominante  degli usurai farisei, sabatiano-frankisti, che ha in pugno la Gran Bretagna da più di tre secoli, e da più di due secoli anche quasi tutto il resto del mondo, preferisce recedere, dall'ormai per essa "inadeguato" rapporto di compravendita della forza lavoro, per passare invece al rapporto di asservimento coercitico e violento delle masse popolari in generale e della loro forza lavoro in particolare, per arrivare tendenzialmente e finalmente ad una vera e propria schiavizzazione e, o gestione coercitiva violenta ed armata delle masse popolari britanniche e della loro forza lavoro,... fino a culminare, se del caso in un regime di vera e propria cannibalizzazione di dette masse popolari e della loro forza lavoro, in uno stile sostanzialmente se non formalmente equivalente in tutto e per tutto a quello delle altre sue ultime ed attuali creature mediorentali come l'Isis, Al Qaeda, Al Nusra, etc.

Ma che cosa è mai successo ordunque in Inghilterra per poter affermare, con una sia pur minima attendibilità, quanto sopra scritto?

Il fatto è che:...

Un Generale britannico ha minacciato un colpo di stato

militare, se Corbyn andasse al Governo!...


Al che molti albionici benpensanti, scandalizzati, hanno subito recitato il solito mantra, ritornello scongiuro razzistoide, apotropaico e radical-chic: 

"Ma per l'amore di Dio!... Non siamo certo una "repubblica delle banane"

 di tipo sudamericano o addirittura africano!"


 Il fatto è che ancora alcuni tra i più sprovveduti politicanti anglosassoni si illudono che sia ormai assodato che colpi di stato militari siano, nella migliore delle ipotesi, inverosimili nel contesto del mondo "sviluppato" occidentale, europeo e specificatamente... britannico;... ma una crescente disaffezione verso la corruzione endemica percepita ha convinto alcuni ambienti angloamericani che un colpo di Stato militare potrebbe essere preferibile all'attuale sistema di governo. Lo rileva il seguente sondaggio YouGov:




Proprio In questo contesto, l'elezione  di Jeremy Corbyn a capo del partito laburista britannico ha portato un anziano generale a prevedere che un governo Corbyn si troverebbe ad affrontare la reale possibilità di "un ammutinamento" militare.

Da The Independent:
Il generale "anonimo" ha detto che i membri delle Forze Armate avrebbero direttamente e pubblicamente sfidato il leader del Labour se avesse cercato di chiudere "Trident", uscire dalla NATO o annunciare "i progetti diretti a indebolire e ridurre le dimensioni delle Forze Armate."

Il Generale ha detto al Sunday Times: "L'esercito non permetterà ad un primo ministro di compromettere la sicurezza di questo paese e credo che la gente utilizzerà tutti i mezzi possibili, leciti o illeciti per impedirlo. 

Non si può mettere un cane sciolto come responsabile della sicurezza di un paese.

"Ci sarebbero dimissioni di massa a tutti i livelli ed egli si troverebbe ad affrontare la prospettiva molto concreta di un evento che potrebbe effettivamente essere un ammutinamento."

Il generale, che ha prestato servizio in Irlanda del Nord durante i "Troubles", ha detto che lui e molti soldati sono stati disgustati dal rifiuto di Corbyn di condannare l'IRA, che ha ucciso 730 soldati e ferito altri 7.000 durante il conflitto.

Il generale ha detto: "Molti soldati sono disgustati dai commenti di Corbyn e John McDonnell sull'IRA - che non solo ha ucciso soldati britannici, ma anche centinaia di membri della propria comunità."

Nel frattempo, il Ministero della Difesa ha condannato le parole del Generale : "Non si possono avere ufficiali in servizio che minacciano apertamente un colpo di stato contro un governo eletto. Questo generale sembra aver dimenticato che viviamo in una democrazia". 

Anche alcuni conservatori hanno espresso inquietudine. 

L'eurodeputato Daniel Hannan ha descritto il generale come un "idiota". "Non siamo la Bolivia per l'amor di Dio", ha detto. 

In un mondo in cui i sondaggi nei paesi "sviluppati" dell'occidente in declino sembrano suggerire che i sentimenti degli elettori stanno cominciando a spostarsi verso i partiti più estremi, bisognerebbe chiedersi cosa potrebbe accadere se, in un disperato tentativo di portare un "cambiamento" reale, gli elettori dovessero commettere "un errore" di urna intollerabile per l'esercito, conclude ZeroHedge..


- Fonte: notizia del 22/09/2015;... http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6&pg=12725
.

Nessun commento: